div class="poll">


Corso Insegnanti Yoga Monza

Yoga Certificato?


E' molto diffusa l'abitudine nelle scuole di formazione per insegnanti yoga usare il termine "insegnante yoga certificato", ma cosa vuole dire realmente?
Una certificazione dovrebbe servire a garantire un servizio di qualità e dovrebbe essere emessa da un organo competente e super partes.
La certificazione yoga risponde a questi requisiti?
NO! Nel modo più assoluto.
Questo riconoscimento viene emesso dalle stesse scuole di yoga che preparano un'insegnante ed è praticamente un'Auto Certificazione.
Inoltre non può esistere alcun ente che possa emettere certificazioni, semplicemente perchè lo yoga non è riconosciuto da nessuno e fortunatamente è cosi!
Un tentativo maldestro di yoga certificato è stato fatto con la "norma UNI per lo Yoga".
Una norma scritta con la collaborazione di tre associazioni (non faccio nomi per pubblicità) non proprio super partes, dato che, una raggruppa insegnanti di yoga e le altre due sono scuole di yoga che formano insegnanti.
La norma è poi stata depositata presso l'UNI (Ente Nazionale Di Normazione) un'associazione privata senza scopo di lucro riconosciuta dallo Stato e dall'Unione Europea.
Questa norma detta le caratteristiche che un insegnante yoga dovrebbe avere per essere professionale e per ottenerla bisogna scaricarla dal sito UNI pagando euro, poi essere in possesso di tutti i requisiti richiesti tra cui sembrano esserci conoscenze di psicologia (non capisco questa infarcitura di psicologia con lo yoga) ed infine affidarsi ad un'ente che rilascia la sospirata certificazione pagando ancora una cifra non ben precisata; insomma, un delirio!
Il fatto che tre associazioni di yoga impegnino il loro tempo per incrementare un iter burocratico che già in Italia è a livelli eccessivi al fine di fornire un'ennesima certificazione che viene emessa da un organismo esterno, ma che è stata redatta da chi proprio non è super partes ed inoltre come tante certificazioni non ha nessun valore, mi richiama alla mente la storia di Collodi con i due famosi personaggi: il Gatto e la Volpe; due sfornano insegnanti ed uno li raggruppa.
Ma perchè allora si rincorrono queste certificazioni? Presto detto, accaparrarsi una fetta di mercato! Lo Yoga è sempre più diffuso e ingolosisce il business e ognuno vuole la sua parte e così ogni giorno si assiste ad un nuovo tipo di yoga con nomi assurdi, l'ultimo che ho sentito è yoga in volo, per assurdo non mi stupirei che emettano il brevetto da pilota per lo yoga in volo.
Il mio Maestro Angelo Abbruzzo, mi raccontò che dopo essere stato socio fondatore negli anni '70 della F.I.Y. (Federazione Italiana Yoga) ne uscì perchè nella federazione anzichè occuparsi di yoga ci si occupava di potere e denaro.
Quindi il mio consiglio è:
1) Non tenere in considerazione una certificazione che non ha alcun valore anzi non dare tu valore a queste scuole, non dare a loro potere perchè è quello che vogliono: potere e denaro!.
L'obbiettivo massimo del loro business è creare una dipendenza e poi su questa lucrarci, queste scuole con forti capacità economiche creano un'immagine di affidabilità per essere accreditate da enti e poi se tu vuoi insegnare yoga in un ente sei obbligato a fare il corso da loro. Quindi non incrementare tutto questo che con lo yoga non ha niente a che fare.
2) Le scuole di formazione per insegnanti yoga più famose che sbandierano certificazioni ed alti standard qualitativi e screditano altre scuole di di formazione definendole "senza scrupoli e con formazione scadente", in primis quelle americane, sono loro le prime ad essere ridicole e commerciali; come è possibile stabilire la qualità di formazione di un insegnante yoga in base a pacchetti di ore? ridicolo! Un vero Maestro di Yoga inorridirebbe difronte a tanta ipocrisia.
3) Se guardiamo a come lo Yoga veniva trasmesso secondo tradizione potremmo capire meglio questo scempio ed abominio. Come prima cosa non ha senso, se non quello di far soldi, l'abitudine di organizzare corsi di formazione per insegnanti yoga della durata di tre o quattro anni, un tempo non esistevano corsi di formazione ma era il Maestro che vedendo l'allievo predisposto all'insegnamento e pronto, lo autorizzava. Ora invece s'inventano corsi, tesine, esami e quantaltro per vincolare e spillare quattrini.
Insegnare yoga è passione, impegno, sacrificio, il denaro arriva a sufficenza per vivere ma se il tuo scopo è trovare una sistemazione lavorativa è meglio cambiare strada.
Se vuoi diventare insegnante di yoga lascia perdere queste scuole certificate, trova un Maestro o anche un insegnante con esperienza che trasmetta come persona le qualità dello yoga: calma, pazienza, saggezza, non attaccamento al denaro e passione per ciò che insegna, seguilo per qualche anno, prova a fare esperienza d'insegnamento e poi quando ti senti pronto/a insegna!
Insegnare yoga è una meravigliosa opportunità di crescita umana e spirituale.
Un saluto da:
Bruno Silvani Yoga Teacher non certificato.