div class="poll">


Centro Cura Ansia Gavirate

AnsiaYoga ॐ

- by Taishin Bruno Silvani -
yoga per ansia

Dal 2009 l'associazione DAPAD applica lo yoga per risolvere i disturbi di ansia e panico.
Conosciamo le caratteristiche di questo approccio:
in occidente l'arte di educare ed allenare la mente è pressochè sconosciuta.
Una mente non educata è naturalmente attratta dalle situazioni piacevoli e ha repulsione per le situazioni spiacevoli.

Al contrario, la mente educata vive ogni situazione senza attaccamento e repulsione poichè ha consapevolezza che piacevole e spiacevole non si possono evitare e bisogna allenarsi ad accettarli senza entrare in un conflitto.
E' proprio nel conflitto interiore di una mente non educata che si può manifestare l'ansia!
Se la mente non è educata alla neutralità teme una situazione difficile, si preoccupa, si agita e da questa agitazione può manifestarsi lo stato d'ansia con i suoi sintomi fisici.
Da quanto appena spiegato e da quello che a breve sarà approfondito, l'ansia secondo una visione yoga non può essere considerata un fattore normale ne tantomeno utile come invece si sostiene in psicologia.

L'ansia secondo la psicologia
Secondo la psicologia l'ansia e lo stress sono considerati normali e positivi entro certi limiti.
Il Prof. Giampaolo Perna, psichiatra e Direttore del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche di Villa San Benedetto Menni (CO), spiega che l'ansia è una cosa molto normale, è uno stato emotivo che serve per difendersi e porta il corpo a reagire in maniera ottimale Vedi video al min. 1:17
continua dicendo che i giovani di oggi devono sapere che l'ansia li aiuta - in riferimento all'ansia anticipatoria da esame - Vedi video al min 2:11
e afferma che l'ansia da un vantaggio, se si nasce ansiosi si può diventare coraggiosi.
Si è coraggiosi se si ha l'ansia e si sa superarla, (il superarla è inteso nel senso di non farla diventare patologica come si vedrà più avanti).
Invece non avere l'ansia vuol dire essere sconsiderati, l'ansia è un amica perchè guida a comportamenti ottimali". Vedi video al min.2:48
E' ribadito il concetto che lo stress come l'ansia ci aiutano se non superano certi limiti (non diventano patologici). Vedi video al min 3:26
Sono elencati i sintomi che si manifestano nello stato d'ansia definito positivo Vedi video al min 3:46
e viene spiegato quando l'ansia è patologica e quando non lo è affermando che l'ansia non è patologica se il contesto nella quale si manifesta è appropriato, giustificato dalla situazione, se invece non è appropriato ovvero smisurato rispetto alla situazione, in questo caso l'ansia è patologica come avviene nell'attacco di panico.
Vedi video al min 6:38

L'ansia secondo lo Yoga
Per spiegare meglio il concetto prendiamo come esempio i samurai.
yoga per ansia
I samurai passavano il loro tempo praticando due principali attività, l'allenamento con la spada e la meditaizone Zen.
Tramite la meditazione Zen il guerriero otteneva concentrazione, serenità e coraggio.
La meditazione avveniva soprattutto prima di un combattimento e serviva a prepararsi a ciò che sarebbe accaduto in battaglia.
Un samurai meditava sempre sulla possibilità di morire in battaglia perchè trasformare queste paure lo avrebbe fatto combattere al meglio.
Il samurai ripeteva sempre queste parole: "Eterna è la mia vita come lo è la mia morte. Non temo la morte ne la vita".
Al samurai non serviva l'ansia per diventare coraggioso ma la meditazione per conoscere che vita e morte sono aspetti di un ciclo molto più ampio, come il giorno e la notte lo sono per giorni, anni, secoli ed ere.

Possiamo fare anche un esempio più attuale, con un pilota di F1

yoga per ansia
Il campione che eccelle nelle gare di automobilismo, è colui che riesce a rimanere "freddo" calmo e consapevole durante la competizione agonistica e se mai ci fosse un pilota ansioso non avrebbe sicuramente un buon risultato.
Quindi secondo quanto esposto l'ansia non può essere utile per superare le paure, semmai ci blocca e ci limita di fronte ad una difficoltà e i suoi sintomi prolungati nel tempo possono dar luogo ad attacchi di panico come vedremo a breve.
Per superare l'ansia bisogna educare la mente alla tranquillita, alla neutralita e alla consapevolezza tramite discipline yoga.

AnsiaYoga: come essere liberi dall'ansia
Lo stress prima ancora dell'ansia, ha un forte impatto sul sistema nervoso centrale in particolar modo sul sistema nervoso simpatico la cui funzione è di "accelleratore/attivatore" delle funzioni fisiologiche.
La sovraeccitazione del sistema simpatico, è la causa di un grande dispendio di energie e della stanchezza ricorrente.
Sempre dallo stress si generano delle tensioni che hanno la caratteristica di somatizzarsi nella zona del plesso solare riducendo l'efficenza del muscolo principale della respirazione: il diaframma.
La respirazione compromessa, limita l'energia vitale (Prana) che a sua volta influisce negativamente su tutti gli aspetti fisiologici. (vedi video in fondo all'articolo)
Quando l'organismo si trova in questo stato critico corre ai ripari attivando processi di omeostasi che si manifestano con respirazione e battito cardiaco accellerato (iperventilazione e tachicardia), sudorazione, formicolio, percepiti come sintomi dell'ansia o degli attacchi di panico.
Le differenze tra la crisi di ansia e l'attacco di panico sono: nel caso dell'ansia anticipatoria, il poter ricondurre il sintomo ad un evento scatenante mentre l'attacco di panico si manifesta all'improvviso e senza apparente causa.
Per rimuovere ansia e attacchi di panico si può seguire il programma di AnsiaYoga strutturato con un percorso di lezioni basate su tecniche di respirazione e tecniche di rilassamento guidato.
Seguendo il programma di AnsiaYoga non solo si risolverà il problema dell'ansia ma s'imparerà ad affrontare gli eventi della vita con un atteggiamento più neutrale.
Naturalmente questo non è un corso "Magico", come a volte viene proposto, il problema non si risolve in tre incontri, ma occorre applicarsi con costanza e pazienza, è un corso non adatto a chi cerca una soluzione "tutto subito con poco sforzo".
Le lezioni di AnsiaYoga sono svolte in forma individuale con l'opzione "AnsiaYoga Quando Vuoi" e per chi si trova distante dall'associazione anche tramite SkypeYoga.
Per maggiori informazioni contattare l'associazione.
Per conoscere in modo più approfondito l'origine dell' ansia e dell'attacco di panico, puoi leggere il libro "Il Cerchio di Mammona - la causa di una vita complicata" scaricabile come eBook da questo sito o acquistabile nelle librerie.
Taishin Bruno Silvani

AnsiaYoga


AnsiaYoga aiuta ad entrare in contatto con le tensioni psicofisiche somatizzate nell’arco della nostra vita.
Attraverso il respiro si ha la possibilità di sciogliere e scaricare tali zavorre che rendono la vita più cupa.
Le tecniche di rilassamento insegnano ad essere più consapevoli e tranquilli.

I benefici di AnsiaYoga


La caratteristica della primavera è il risveglio della natura, i colori, i profumi, la spinta alla vita del mondo animale e vegetale, questa stagione è ciò che meglio rispecchia la pratica di AnsiaYoga.
Praticare AnsiaYoga vuole dire rinascere a nuova vita poichè tutte le zavorre accumulate sono dissolte dal pulsare dell'energia vitale attivata dal respiro.
Il respiro è il compagno fedele che ci accompagna dall'inizio della nostra vita ed è l'ultimo ad abbandonarci, se siamo felici il respiro è pieno e libero, se siamo tristi il respiro e debole, se siamo ansiosi il respiro è agitato.
Il respiro è interconnesso alle emozioni e controllando il respiro riusciamo a controllare le emozioni se siamo tristi, preoccupati, angosciati, tramite una pratica costante di AnsiaYoga, tutto si dissolve e ritorna la primavera la dove prima c'era il freddo inverno che paralizzava, ritorna la voglia di fare e di mettersi in moto con prospettive nuove e inaspettate.
La preziosità del respiro è incommensurabile tanto quanto sono sottovalutate le sue potenzialità, siamo in possesso di uno strumento di facile reperibilità, dovunque andiamo è sempre presente, non si deteriora, anzi, più lo usiamo e più acquisisce performance, ma allora cosa aspettiamo ad usarlo?


AnsiaYoga Quando Vuoi


Con “AnsiaYoga Quando Vuoi” puoi prenotare una lezione di yoga con la flessibilità di giorno ed orario tramite l’App dedicata dal tuo smartphone o da PC richiedendo il link.
Potrai poi spostare ora e giorno della lezione .


AnsiaYoga in Skype


Dopo aver prenotato la lezione di AnsiaYoga dall'App, Se non riesci a frequentare il corso in sede, puoi usufruire dell'opzione "AnsiaYoga in Skype".
Collegandoti in Skype puoi svolgere la lezione da casa e ovunque ti trovi con la medesima qualità di una lezione in sede, il set di ripresa delle lezioni è curato nei minimi dettagli e il video viene trasmesso in Full HD (1080p).